Progetto di Mediazione Interculturale in carcere di Rebibbia N. C. sostenuto con i fondi otto per mille della Chiesa Valdese

Dal 1 ottobre 2015 Associazione Med.eA a attivato uno sportello di Mediazione Interculturale e integrazione sportivo - sociale presso l'istituto Penitenziario Rebibbia Nuovo di Roma  un Progetto sostenuto con i fondi otto per mille della Chiesa Valdese (Unione delle chiese metodiste e valdesi). Lo scopo dell'iniziativa è quello di migliorare  le condizioni di lavoro degli operatori penitenziari nel contesto carcerario di riferimento, partendo dal punto di vista del detenuto,articolare di quello straniero, ovvero dalla comprensione del suo complesso e poliedrico modo di reagire alla ristrettezza della libertà, di relazionarsi a cose, persone e personale, di esprimere un bisogno e qualunque forma di disagio psico- sociale. Medea si pone anche quale ponte per offrire la possibilità di partecipazione all'esperienza calcistica di Atletico Diritti, neonata squadra di calcio iscritta alla terza categoria del campionato e composta da rappresentanti delle comunità immigrate, detenuti ed ex detenuti, studenti universitari.

ad3